Jump to content

Bosch - C’è un futuro per i diesel


LowJob

Recommended Posts

Articolo tratto da

Please login or register to see this link.

Secondo Bosch c’è un futuro per i diesel

Il CEO del Brand parla in occasione della consueta conferenza stampa annuale

Please login or register to see this image.

C’è un futuro per il diesel. Resterà parte integrante delle soluzioni per la mobilità di domani “. Lo ha affermato il CEO di Bosch, Volkmar Denner in occasione della consueta conferenza stampa annuale. Bosch ha infatti conseguito un importante traguardo nella tecnologia diesel: i tecnici Bosch sono riusciti ad abbassare le emissioni NOx fino a un decimo del limite previsto dalla legge. I veicoli utilizzati nei test e dotati dotati di nuove soluzioni tecnologiche emettono già oggi appena 13 milligrammi di NOx per chilometro, una cifra molto inferiore ai 120 milligrammi che saranno consentiti dopo il 2020. Grazie alla perfetta armonizzazione di queste innovazioni l’impatto sulla qualità dell’aria dei motori a gasolio è ancora più contenuta. ... "

Please login or register to see this link.

che ne pensate? ... o forse è meglio iniziare a pensare all'elettrico  :smile72:

  • Mi Piace 2
Link to comment
Share on other sites

  • Public Relation

La risposta è molto più complessa di quanto è logico supporre: alle solite banali domande quali

  • l'auto elettrica è davvero ecologica (come produciamo l'energia che serve per farle a camminare? come vengono smaltite le enormi batterie a fine vita?)?
  • esistono sistemi di ricarica rapida per chi percorre molti km?
  • esistono stazioni di ricarica ovunque?
  • effettivamente quali benefici fiscali ho (oltre allo sconto sul bollo) se investo una cifra importante sull'acquisto di un'auto elettrica?

bisogna pensare che attualmente le infrastrutture elettriche delle nostre città non sono in grado di soddisfare l'imponente fabbisogno di energia che ogni giorno occorrerebbe per ricaricare tutti gli autoveicoli. Solo nel comune di Milano sono registrati quasi 1 milione di veicoli, di varia natura, ma se ogni giorno almeno la metà dovesse essere ricaricata, servirebbero 60Kwh x 500.000 che equivalgono a 30GW. Migliaia di prese ovunque, cavi di connessione, un macello insomma.

I costi? Una Smart elettrica costa 20K€ ed ha una autonomia di 200Km. Una Tesla da72K€ ha una autonomia di 400Km e posto per 5 persone... ma quando ce la possiamo permettere un'auto così? Dato il peso della vettura, non credo che i pneumatici durerebbero come su una vettura tradizionale...

Le case automobilistiche e i produttori di greggio? Hanno dimostrato la loro avversione al passaggio di massa alle motorizzazioni green, questa è anche una delle ragioni per le quali aziende "rivoluzionarie" come Tesla incontrano molte difficoltà di natura finanziaria che si ripercuotono sul sistema industriale (ritardi di produzione, problemi di qualità costruttiva, difficoltà nel ritiro dal mercato dei veicoli difettosi, ad esempio).

Ad oggi, credo sarebbe molto più semplice ritornare ad un tipo di economia a Km 0, che consenta una sensibile riduzione del trasporto su gomma, opterei per la chiusura dei centri commerciali nei fine settimana ad esempio, tutti a casa a farsi una grigliata invece di spendere ore in coda ai caselli per entrare negli outlet ed obbligare il personale che lavora nei negozi ad allontanarsi dalle propri famiglie anche il week end :smile34:.

  • Mi Piace 4
Link to comment
Share on other sites

  • Public Relation

Cmq leggendo qua e là sembra che una chiave di svolta per il rilancio dell'economia nei paesi industrializzati sia proprio il processo di ristrutturazione delle infrastrutture elettriche. Sostituzione e potenziamento delle linee di approvvigionamento dell'energia, anche per ridurre la dispersione dovuta al calore che sviluppa la corrente nei normali conduttori, costruzione di impianti e stazioni di ricarica rapida, progressiva riqualificazione dei distributori, sono alcuni aspetti che possono creare occupazione.

Ricordo che anni fa Toyota aveva proposto di creare delle piazzole nei distributori di carburante, dove andare con la propria vettura elettrica e farsi sostituire all'istante il pacco batterie scarico con uno carico. In questo modo invece di acquistare il battery pack, ogni automobilista avrebbe pagato solo il noleggio proporzionato ai km effettivamente percorsi. Come idea non è malvagia, per lo meno si eviterebbero code esagerate alle colonnine.

Non mi stupirebbe vedere a breve anche sistemi di ricarica wireless nei parcheggi dei supermercati, come ad esempio l'

Please login or register to see this link.

.

Please login or register to see this image.

 

C'è già qualcuno che sta testando sistemi per la ricarica in marcia..
Immagine correlata

  • Mi Piace 2
Link to comment
Share on other sites

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy PolicyGuidelines ┤ We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.